Una sera a Via Giulia

Una delle strade più importanti ed eleganti di Roma fa da sfondo al nostro nuovo itinerario, che ci condurrà alla scoperta - o riscoperta - di un antico asse viario, che per secoli fu centro di riti religiosi, scambi commerciali, perfetta quinta scenografica di feste e processioni, salotto di potenti personaggi, collegamento diretto tra il cuore della città e San Pietro. Oggi, nonostante la sua bellezza e lunga storia, sembra assomigliare più ad un’anziana signora, un po’ isolata, chiusa nei propri malinconici ricordi: ben poco infatti resta della vivacità di una volta, una via ormai al di fuori degli itinerari turistici, ma in grado perfettamente di rappresentare un’oasi di pace nel caos cittadino.

Il tracciato, già di epoca romana, rimase utilizzato per tutto il Medioevo fino a quando, all’inizio del Cinquecento, venne scelto da papa Giulio II della Rovere - da cui il nome appunto di via Giulia - per divenire il fulcro della sua nuova politica: lungo la strada e nelle sue immediate vicinanze, sarebbero stati riuniti infatti tutti gli edifici amministrativi e giuridici della città. Ovviamente un progetto così ambizioso prevedeva un rifacimento generale dell’asse viario e per questo venne incaricato della sua realizzazione Donato Bramante: l’architetto aveva anche l’incarico di costruire il Palazzo dei Tribunali, un’immensa mole di cui venne realizzato però solo parte del basamento, ancora oggi visibile e denominato “sofà di Via Giulia”. Vennero inoltre incoraggiate molte nobili e facoltose famiglie a costruire qui la propria residenza, rendendola a tutti gli effetti la via più elegante di Roma. Peccato che il progetto si interruppe abbastanza presto a causa della morte del papa e del Bramante. Nei secoli successivi vennero intrapresi altri interventi, ma senza più un vero e proprio progetto unitario, e quindi non si riuscì più a risollevare le sorti di “Strada Giulia”, che lentamente perse la sua importanza.

La visita guidata a Via Giulia si svolgerà Sabato 5 Agosto alle ore 19:30. Appuntamento in piazza di San Vincenzo Pallotti. Quota di partecipazione euro 8 a persona, gratis per i minorenni. Prenotazione obbligatoria, scrivendo a info@romandroma.it, o a info@lasinodoro.it.

 

Autore: L’Asino d’Oro Associazione Culturale

Piazza San Vincenzo Pallotti
Via dei Farnese, Roma
Via della Moretta, Roma
Piazza San Giovanni dei Fiorentini, Roma